Il Pescatore di Stelle Cadenti
RecensioneInFiore

Il Pescatore di Stelle Cadenti di Luigi Lai, un inno alla Vita [recensione]

Il Pescatore di Stelle Cadenti di Luigi Lai è un inno alla purezza dei sentimenti e alla sincerità di espressione.

Recensione a cura di Marina Atzori

Dovendo riassumere con una parola questa raccolta di pensieri e poesie, la più adatta sarebbe senza dubbio “spontaneità”. Infatti, non si può non percepire la volontà di aprirsi alle persone con estrema generosità, rivelando sé stesso e le proprie emozioni senza filtri. La musa ispiratrice di Lai è la Vita, con le emozioni e le difficoltà che la accompagnano.

Il Pescatore di Stelle Cadenti

La Vita, per l’autore, è come uno scrigno che custodisce diversi significati e non poche sorprese di cui meravigliarsi ogni giorno

Vivere è, in primis, un privilegio, un valore imprescindibile, universale e assoluto, è essenza, motivo, origine di tutte le cose e infine conforto per l’anima. L’amore, la gratitudine, la leggerezza, la gioia e il dolore, questi sono solo alcuni dei temi che troverete nella raccolta. Il lettore può immergersi in concetti semplici e armoniosi senza trascurare gli aspetti riflessivi e contemplativi racchiusi nei testi de Il Pescatore di Stelle Cadenti.

Luigi Lai è alla sua prima pubblicazione, ma non si può di certo dire che la sua scrittura sia acerba

Al contrario, emerge la forte esigenza, maturata nel tempo, di uscire allo scoperto attraverso parole che sono state scelte con cura e che camminano sul filo dell’esistenza e degli interrogativi che vi ruotano attorno. Le risposte ci sono. Sono mani tese, sono abbracci, sono anche silenzi che parlano scrivendo. Sono incontri molteplici, articolati, e arrivano dritti al cuore con la capacità innata di donare senza chiedere nulla in cambio, se non l’ascolto attento, se non la proiezione di un orizzonte che potrebbe rispecchiarsi nell’immagine metaforica di un oltre importante che vale la pena di osservare nei minimi dettagli.

©Marina Atzori

Di seguito un breve passaggio tratto dalla poesia Il Pescatore di Stelle Cadenti

[…]

E d’incanto la luce illuminava la stanza

e il cuore viaggiava

a mille chilometri di distanza.

E ho capito, allora, di aver trovato un mestiere

Il Pescatore di Stelle Cadenti

tutte le notti

tutte le sere.

Perché, dare felicità e gioia alla gente è il mestiere più grande

non c’è niente di più divertente.

Clicca sulla copertina per acquistare il libro

Il Pescatore di Stelle Cadenti

Assegno 5 Margherite per Il Pescatore di Stelle Cadenti di Luigi Lai

Il Pescatore di Stelle Cadenti

Potrebbe piacerti...