Amici21
Rubricando

Amici21: più show che talent?

Amici21 è più uno show o più un talent? Sono anni che me lo chiedo. E ancora non sono riuscita a darmi una risposta. Forse, per essere obiettiva, dovrei dire che è tutt’e due le cose insieme. Di una cosa, però, sono certa: ieri sera, nel giudizio finale della sfida tra Nunzio e Leonardo l’obiettività è andata a farsi benedire. Leonardo era palesemente superiore al suo antagonista, fotocopia (non proprio riuscitissima) di Raimondo Todaro. Leo è energia pura, ha il fisico giusto, il fair play, e quel pizzico di umiltà che salva le apparenze. Quando uno è bravo non è detto che debba scrivere i manifesti. Francamente, non si capisce cosa possa averlo penalizzato. Anzi, un po’ si capisce, purtroppo.

amici-piu-show-che-talent

L’ago della bilancia non può pendere dalla parte “giusta”, quando c’è di mezzo Alessandra Celentano. Maestra controversa, discussa e, diciamolo, simpatica non proprio a tutti quelli che non riescono a tenerle testa. Si può dire tutto o quasi, ma non che non sia obiettiva e competente.

Tornando a Nunzio, si gioca l’asso nella manica, quello del diamogli una mano, anzi, mentre ci siamo tutto il braccio

Non a caso balla con Tocca, ballerina di indubbia sensualità che, soprattutto nella prima coreografia, ha fatto non solo la differenza, ma anche la divisione con il resto. Gli occhi erano solo su di lei. Strano, vero? Dall’altra parte della scenografia c’era un ballerino che ostentava uno smisurato ego e tanta smania di dimostrare non si sa cosa. Scusate, ma cosa c’entra tutto questo orgoglio maschile con la danza?

Comunque, in soldoni: una volta spenti i riflettori sulla battle tra i due ballerini di latino-americano, su Twitter si è scatenato un inferno, più o meno uguale a quello del MotoGP e Guido Meida

Non si può pretendere, d’altronde. Il pupillo di Todaro era un personaggio annunciato a partire dal giorno in cui ha messo piede nella scuola dello spettacolo più famosa d’Italia, fino ad arrivare ai tutorial spocchiosi, finalizzati al mondo del cabaret.

Prossima tappa Zelig?

Riassunto dei riassunti: Leonardo non meritava di uscire. Diamo a Cesare quel che è di Cesare. La meritocrazia non è stata protagonista della puntata. Non è un mistero che meccanismi di eliminazione e giuria lascino abbastanza perplessi. W il talento, in questo caso, penalizzato da non si sa quali oscure ragioni, dato che il voto dei giudici è palese per tutta la puntata tranne nella fase più decisiva. Così va il mondo. Coraggio Leonardo! So che non servirà a molto, ma per me e per tanti tanti tanti altri sei un Vero Ballerino che merita molto di più di una prova d’improvvisazione. L’hai ampiamente dimostrato.

Potrebbe interessarti anche

 

Potrebbe piacerti...